Obesità e sovrappeso: l’importanza della prevenzione

L’obesità è uno dei problemi di salute pubblica più impegnativi del ventunesimo secolo. Si tratta di un fattore di rischio per il diabete di tipo 2, per le malattie cardiovascolari e per alcuni tipi di cancro ed è anche la quinta causa di morte nel mondo.

Secondo l’O.M.S., l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le metà degli adulti e quasi un terzo dei bambini nel mondo sono in una condizione di sovrappeso e di obesità. Nella sola Italia gli adulti in sovrappeso sarebbero 18 milioni e quelli obesi ben 5 milioni, cioè 1 su 10. Tra i bambini, invece, 3 su 10 sono in sovrappeso e anche tra i più piccoli 1 su 10 è obeso. Dati decisamente allarmanti che negli ultimi anni sono aumentati costantemente e che destano particolare preoccupazione.

Che cos’è l’obesità

E’ una vera e propria malattia che si caratterizza per un accumulo patologico di grasso corporeo. Può portare a conseguenze anche importanti per la salute e per la qualità della vita. In genere è dovuta ad uno squilibrio tra l’apporto e consumo energetico. Uno sbilanciamento tra le calorie assunte e quelle consumate che comporta un accumulo di grasso in eccesso.

Gioca un ruolo fondamentale lo stile di vita. In particolare la sedentarietà, uno stile di vita, l’alimentazione, la quantità e la qualità del sonno notturno. Al contrario, invece, condurre una vita poco attiva e improntata sulla sedentarietà riduce la possibilità di bruciare calorie.

Come prevenire questa patologia

Attendendosi a delle indicazioni utili è possibile prevenire questa tipologia di malattia. Un’attività fisica svolta in maniera continuativa e dei sani comportamenti a tavola possono aiutare nel raggiungimento dell’obiettivo. Può quindi essere utile pianificare i pasti prestando attenzione a non fare intervalli troppo lunghi tra l’uno e l’altro ma anche non saltare i pasti e gli spunti di metà giornata.

Può tornare utile anche tenere in frigorifero delle porzioni di verdura già pulita per allontanare le tentazioni che potrebbero essere nocive per l’organismo. Infine è necessario mangiare lentamente ingerendo dei bocconi piccoli che vanno masticati a lungo.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: