Caffè al cacao: la bevanda della concentrazione

Mai più sentirsi in colpa e pensare di aver sgarrato con la dieta: uno studio dell’Università di Clarkson ci dimostra come bere caffè al cacao faccia bene. Ideale per gli studenti e per chiunque debba concentrarsi per portare a termine i propri obiettivi, questa bevanda aumenta il livello di produttività, di concentrazione e la prontezza dei nostri riflessi. Benvenute, quindi, bevande come mocaccini e caffè mocha, che risultano essere un’ottima pausa di gusto dalla routine lavorativa, ma soprattutto diventano la nostra alleata energetica e nello studio.

La ricerca scientifica che unisce caffè e cacao

Il professore Ali Boolani dell’Università di Clarkson, insieme a un team di ricercatori dell‘Università della Georgia, attuò quasi un anno di ricerca circa gli effetti nell’assumere caffè e cacao. Sull’importante rivista scientifica della BMC Nutrition, venne pubblicato il suo studio sponsorizzato dalla Hershey’s, la più grande compagnia statunitense nella produzione di cioccolato. Una notevole ricerca fatta di due fasi: somministrazione e interrogazione. Fece assumere a un campione di partecipanti, del cioccolato, cioccolato con il caffè, caffeina senza cacao e un placebo senza caffeina né cacao. A queste stesse persone, pose poi delle domande di modo da valutare la loro capacità di concentrazione e umore.

Dimostrò come l’aggiunta del cacao nel caffè riesca a ridurre gli effetti negativi di quest’ultimo

La caffeina fa recuperare le energie riducendo la stanchezza, ma se assunta in quantità elevate, può provocare anche stati d’ansia, agitazione, palpitazioni e difficoltà ad addormentarsi. Il cioccolato, soprattutto quello fondente contenente un’alta concentrazione di cacao, funziona da antiossidante, antidepressivo ed energizzante. Aumentando l’afflusso di sangue alle aree cerebrali, aiuta così ad allontanare l’ansia, la stanchezza e i cali di energia, con il risultato finale di un aumento della concentrazione e dell’attenzione. In più, preserva anche la memoria e rallenta gli effetti dell’invecchiamento, impattando anche nei casi di privazione del sonno.

La ricetta per prepararlo in casa

Preparando un tradizionale caffè con la moka, basta aggiungere nel filtro un paio di cucchiaini di cacao amaro. Il risultato sarà un caffè aromatico e gustoso, ma soprattutto capace di dare la carica giusta per affrontare la giornata.

Se si ha invece un po’ più di tempo, preparare una barbajada può essere un’altra soluzione. Latte, cioccolata, caffè e zucchero da lavorare con la frusta fino a farla schiumare. Si può servire fredda oppure calda con l’aggiunta di panna sopra, creando così la tipica bevanda milanese tanto in voga nella prima metà dell’800.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: