“Due Punti” il Festival dell’Università di Torino

TORINO – GRUGLIASCO, 2-3 ottobre 2021 – L’Università degli Studi di Torino torna con il “Festival Due Punti”. L’evento si svolgerà in presenza con tante attività pensate per famiglie, cittadini e curiosi. Un fine settimana ricco di eventi con tanti laboratori, approfondimenti e tavoli di discussione.

Il Festival Due Punti per avvicinare cittadini, famiglie e accademici

Il Complesso Aldo Moro e il Campus AgroVet di Grugliasco si preparano ad ospitare una rassegna incentrata sul cibo, la cultura e gli ecosistemi. Le giornate sono promosse dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari sono in collaborazione con i Dipartimenti di Scienze Veterinarie e Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne e i Comuni di Torino, Grugliasco e Collegno.

Tanti gli appuntamenti pensati per avviare il dialogo e l’incontro tra ricercatori e cittadini per incentivare il rapporto con la scienza. L’edizione di quest’anno sarà incentrata su tematiche ambientali, culturali e sociali e sulla produzione e il consumo di cibo. Cosa significa sostenibilità? Come influisce il clima sulle filiere agro alimentari? Tutte domande a cui si cercherà di dare una risposta.

Le attività per grandi e piccini

Per i bambini sono stati pensati tanti giochi e laboratori per avvicinarli al mondo della scienza. Sarà inoltre possibile partecipare a degustazioni, tour guidati e mostre d’arte per far avvicinare grandi e piccini al mondo della ricerca. Non solo, sono in programma anche cinque tavoli di lavoro tematici con discussioni tra ricercatori e istituzioni che si confronteranno anche con i cittadini sulle tematiche principali. Nonché la discussione di attività future che saranno alla base della co-progettazione per gli anni a venire.

All’interno dei talk interverrà Laura Pugno, artista, che presenterà Over Time, opera visitabile il 2 ottobre all’interno del Complesso Aldo Moro. Marco Paschetta invece il 3 ottobre presenterà la mostra “Semiillas” e Giuseppe Barbera autore de “Il giardino del Mediterraneo” .Jacopo Sacquegno (co-autore del “ll bosco che vive”) sarà il vero protagonista del live drawing in programma sabato 2 ottobre 

Un perfetto connubio tra ricercatori e artisti, con un occhio di riguardo per i cittadini e le loro famiglie. È possibile accedere al programma completo al seguente link.  

Tutte le attività sono gratuite, alcune però previa prenotazione. È necessario per tutti i partecipanti, ad esclusione dei bambini al di sotto dei 12 anni, essere in possesso del Green Pass.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: