Un weekend da non perdere tra immaginari fantastici, personaggi dei fumetti e abiti vintage

Ricominciare con la quotidianità dopo le feste è sempre difficile ma per fortuna sta arrivando il weekend. Due giorni in cui rilassarsi, dilatare il tempo e partecipare agli eventi che il territorio propone. Mostre e spettacoli sono valide alternative per non poltrire sul divano e concedersi un momento di svago.

Il Piccolo Principe a Settimo torinese

Il piccolo principe di Saint-Exupery racconta una storia ricca di personaggi strani e interessanti. Un mondo magico e spettacolare in cui la fantasia dei più piccoli trova il giusto spazio. Se volete immergervi in questo affascinate immaginario potete visitare, fino al 16 gennaio, la mostra “La stella del piccolo Principe” all’Ecomuseo del Freidano a Settimo Torinese, curata dall’agenzia Imperfect. L’illustratrice italo-svizzera Madeleine Frochaux ha creato delle tavole con vernici fluorescenti che raccontato la storia del piccolo principe. Nel bookshop, a cura della libreria Alicante, è anche possibile acquistare le varie edizioni del libro. Un weekend all’insegna della fantasia e dell’immaginazione per sentirsi bambini ancora una volta.

Diabolik arriva a Torino

Il cattivo creato dalla sorelle Giussani compie 60 anni. Diabolik e le sue avventure vanno in scena al museo del cinema di Torino. La mostra si basa su un concept ibrido: dal cinema ai fumetti. L’amore di Eva Kant per l’arte e il design trionfano in questa mostra che ospita anche pezzi di collezionisti privati e materiali di scena dei film di Mario Bava e Seth Holt. Questo weekend si può ancora visitare la mostra che durerà fino al 14 febbraio. 

Torna l’appuntamento con Vinokilo a Torino

Questo weekend torna l’evento Vinokilo al Bunker di via Paganini a Torino. L’evento, che durerà dal 13 fino al 16 gennaio, consiste nella vendita di abbigliamento vintage che proviene da tutto il mondo. Il primo giorno gli abiti costeranno 50 euro al kg, poi 45 al kg e poi 40 al kilo. Inoltre è possibile portare i propri abiti da vendere che daranno diritto a uno sconto che va dal 10 al 30%.

Un’appuntamento imperdibile per chi ama i vestiti vintage e vuole fare la sua parte per proteggere l’ambiente.

Clarissa Ciano

Troppo sabauda per essere punk ma con origini troppo miste per pronunciare "Dui puvurun bagnà 'nt l'oli" con l'accento giusto.

Mi piace scrivere di attualità mescolando la politica con elementi pop, credo che tutto abbia un significato e non lascio nulla al caso.

Mi sono laureata in Scienze della Comunicazione e ho frequentato il College di Story Design alla Scuola Holden che mi ha permesso di sperimentare tutte le sfaccettature della comunicazione.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: