Arriva la seconda edizione di “Una Valle Fantastica: dalle radici al cielo” a Campiglia Soana

Campiglia Soana sabato 30 luglio ospita il secondo appuntamento di “Una Valle Fantastica: dalle radici al cielo – Parco Nazionale Gran Paradiso”. Una Valle fantastica proposta su due dimensioni, quella della terra nel senso agricolo e culturale ma anche geografico; quella del cielo, perché alzandosi verso l’alto si scopra una visione diversa del paesaggio e in fondo della vita.

Il programma della rassegna

Si inizia sabato 30 luglio 2022 con “Una mongolfiera nel cielo del parco” a Campiglia Soana. L’evento durerà tutta la giornata e sarà presente una mongolfiera che si alzerà, ad inizio mattinata e in serata, per condurre i partecipanti a inquadrare il Parco e il vallone di Campiglia da una prospettiva diversa, attraverso la lettura di un paesaggio agricolo un tempo fonte di ricchezza per gli abitanti della valle. Per i bambini, ci saranno delle prove di volo con gli aquiloni.

Durante tutta la giornata Campiglia Soana ospiterà, anche, un mercato dei prodotti tradizionali della montagna. Produttori di miele, formaggi, salumi ed altre specialità della tradizione alpina esporranno i loro prodotti affiancati da abili artigiani tra le vie del centro.

Le visite e i laboratori a Campiglia Soana

La rassegna continuerà con numerose iniziative. Il Centro visitatori “L’uomo ed i coltivi” dedicato alle produzioni agricole storiche locali, sarà aperto al pubblico tutto il giorno con visite guidate gratuite sul tema dell’agricoltura tradizionale, con particolare attenzione sull’uso della canapa sativa. Presso il medesimo centro ci sarà anche uno spazio esperienziale sulle erbe officinali, in cui sarà possibile fare esperienze sensoriali all’aperto per scoprire le piante identitarie del Parco, a cura dell’Associazione Le Terre dei Savoia.

Per i più piccoli sarà possibile partecipare al laboratorio “vedi, tocca, annusa, impara” con esperienze sensoriali per scoprire le piante identitarie del Parco Nazionale del Gran Paradiso, a cura dell’Associazione Le Terre dei Savoia.

Presso gli spazi esterni del Centro visitatori del Parco “L’uomo ed i coltivi” si terranno diversi incontri gratuiti a partire da “La canapa sativa, usi nella tradizione alpina” con Fabrizio Bertoldo, esperto di agricoltura tradizionale che ci racconterà in particolare i metodi di coltivazione e gli usi della canapa sativa, una specie utilizzata da sempre in innumerevoli occasioni. Un esempio è il tradizionale confezionamento delle tipiche calzature della Val Soana: gli Scapin, con la suola in canapa, di cui verranno mostrate le tecniche artigianali di realizzazione.

A seguire due interventi specialistici: “Le piante identitarie del Parco: un patrimonio da coltivare”, “Il Muses Accademia Europea delle Essenze: un polo museale per valorizzare la filiera delle erbe officinali ed aromatiche” a cura di Elena Cerutti, Direttrice Associazione Le Terre dei Savoia “Conoscere la flora spontanea, le tradizioni locali e le proprietà delle piante”. A cura di Sonia Demasi e Valentina Scariot – Dipartimento di scienze agrarie, forestali e alimentari (DISAFA) dell’Università di Torino.

Al termine degli interventi ci sarà una degustazione di prodotti a base di canapa sativa a cura del ristorante a Marchio di Qualità Chalet Rosa dei Monti di Piamprato.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: