8 maggio, Giornata Mondiale della Croce Rossa

Oggi, 8 maggio, è la Giornata Mondiale della Croce Rossa Italiana. Per celebrare la ricorrenza l’Anci ha invitato i Comuni italiani a illuminare di rosso i propri monumenti. Un’iniziativa simbolica alla quale il Piemonte ha risposto con entusiasmo. Nella notte dell’8 maggio Comuni e monumenti si tingeranno di rosso. Dai tre ponti storici di Torino alla Torre Civica di Crescentino, da “La Bollente” di Acqui Terme al Municipio di Verbania. I Comuni esporranno la bandiera della Croce Rossa in omaggio all’associazione.

Proprio in occasione dell’8 maggio, fino al 16 maggio, Palazzo Lascaris ospiterà la mostra fotografica “Inarrestabili… da sempre”, realizzata con il sostegno del Consiglio regionale attraverso gli Stati generali della Prevenzione e del Benessere. Una trentina di immagini per raccontare una storia di volontariato lunga oltre 150 anni. La mostra è allestita all’Urp del Consiglio regionale dal 7 al 16 maggio per celebrare l’operato della Croce Rossa in tutte le sue declinazioni. Provenienti dall’archivio storico della Croce Rossa Italiana e da quello del Consiglio regionale, gli scatti documentano una presenza capillare sul territorio, anche in Piemonte, e un’azione a 360 gradi.

Dalle numerose attività di soccorso e dalla tutela della salute al supporto nelle emergenze e catastrofi naturali, dagli interventi di inclusione sociale alla formazione, soprattutto dei giovani.

Un racconto suggestivo, che alterna foto d’epoca e immagini attuali, per testimoniare – oggi come un tempo – l’impegno dei volontari della Croce Rossa, sempre #Inarrestabili al fianco di chi ha bisogno.

Sempre il Consiglio regionale ha voluto celebrare la Croce Rossa del Piemonte con un video dal forte impatto emotivo che illustra in un excursus suggestivo di immagini i sette principi fondamentali su cui si basa l’operato di CRI: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità e universalità.

L’attività della Croce Rossa Italiana in Piemonte

Nel futuro di Croce Rossa Italiana in Piemonte c’è l’impegno ad implementare ancora la rete di assistenza sociale per essere sempre più capillari sul territorio. Il tutto in partnership con aziende pubbliche e private.

La pandemia ha sicuramente reso ancora più vulnerabile e “dimenticato” chi già lo era, oltre ad aver avvicinato all’indigenza molte persone. I Comitati del Piemonte hanno visto un incremento delle famiglie assistite anche a causa delle chiusure e dei licenziamenti avvenuti. Nell’ultimo anno ma, grazie alla generosità delle comunità donatrici e delle aziende che hanno voluto supportare la Croce Rossa Italiana, è stato ed è tutt’ora possibile aumentare il numero di persone assistite e la qualità dell’assistenza.

A breve CRI aprirà un Hotspot a Porta Nuova per offrire tamponi rapidi gratuiti soprattutto alle persone più in difficoltà. Un progetto realizzato grazie al Gruppo FS che ha messo gli spazi a disposizione della CRI e in collaborazione con FS. Grazie anche al finanziamento della Commissione Europea.

Il 12 giugno sarà organizzata in tutto il Piemonte un’azione di spesa solidale su vasta scala. I Comitati organizzeranno, in accordo con supermercati e ipermercati del territorio e nel rispetto delle normative di prevenzione del contagio, degli stand per raccontare le attività sociali della Croce Rossa in Piemonte e sollecitare la donazione di generi di prima necessità che verranno destinati alle famiglie seguite sul territorio.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: