Italian Chef Academy: green e sostenibilità al centro della didattica

Italian Chef Academy nasce 10 anni fa a Roma e riparte con un nuovo percorso didattico incentrato sulla sostenibilità e lo stile di vita green. L’Accademia di Alta Formazione e Specializzazione nasce dall’idea di chef qualificati ed esperti del settore, con l’intento di formare professionisti in grado di inserirsi nel mondo del lavoro.

Negli ultimi anni l’Accademia si è prodigata a favore della sostenibilità e dell’importanza di una vita green per il benessere della persona e dell’ambiente. L’Accademia si trova nel verde di Villa Blumenstihl, a Roma, e vanta un orto naturale di oltre 300 erbe aromatiche. Grazie alle sue scelte Green, l’Italian Chef Academy diventa punto di riferimento per la cucina e pasticceria attraverso i messaggi di sostenibilità e etica green. Puntare sull’educazione, e fondare dei valori importanti per incrementare la sostenibilità è una priorità per l’Accademia.

La proposta formativa all’Italian Chef Academy

I percorsi formativi sono differenziati: l’Italian Chef Academy sviluppa una scienza enogastronomica ad alto livello rivolgendosi non soltanto agli “addetti ai lavori” o professionisti ma anche ad appassionati del settore. I corsi vantano insegnati autorevoli che possono fornire una formazione completa. Non solo eseguire il piatto ma anche a comprenderlo: saper utilizzare materie prime, la loro qualità e le giuste tecniche di esecuzione per rispettare le tradizioni. Oltre alla pratica l’Accademia propone anche esperienze in stage in Italia e all’estero in ristoranti internazionali e in hotel di lusso.

Multiculturalità e i migliori insegnanti

Gli allievi di Italian Chef Academy hanno la possibilità di conoscere culture e religioni di tutto il mondo, grazie a laboratori dedicati. Non solo: corsi in lingua inglese per fornire la formazione ad Alto livello per una carriera a livello internazionale. La guida agli insegnamenti è affidata ad alcuni tra i migliori professionisti del settore italiano e internazionale. Particolare riguardo alla sensibilizzazione al riuso degli scarti alimentari, il rispetto per l’ambiente. Instaurare rapporti con la filiera corta e alla lotta contro lo spreco alimentare seguendo lo slogan “We Love Food No Waste”. Il piano prevedere l’insegnamento anche di una corretta gestione dei rifiuti e la diminuzione dell’impatto ambientale tramite l’utilizzo del “ Plastic Free”. Passando poi al ridurre l’impatto energetico e migliorare l’etica lavorativa.

L’importanza delle buone abitudini

Sviluppare abitudini consapevoli, entrando a contatto della realtà e rispettando l’ambiente è uno dei modi per insegnare ai ragazzi di vivere in un mondo più pulito e vivibile. Questo approccio viene ben visto anche dagli imprenditori nel mondo del lavoro: oltre 700 chef e pasticcieri vengono assunte da aziende di rilievo.

I propositi dell’Italian Chef Academy

La direttrice dell’Accademia Galdi ha predisposto un bonus del valore di 1000 euro, comprendono la situazione difficile di ripartenza, offrendo inoltre la possibilità di rateizzare a tasso zero per tutti quelli che ne fanno richiesta. Il programma didattico di Italian Chef Academy diventa sempre più green basandosi anche sulle indicazioni delle stelle verdi della guida Michelin. Per imparare dai più grandi a rispettare l’ambiente. Ogni piccolo gesto può fare la differenza, portando a grandi risultati è questo l’insegnamento dell’Accademia in Italia.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: