Il dizionario dei rifiuti per una corretta raccolta differenziata

Ci si chiede spesso come poter ridare vita ad un vecchio oggetto oppure disfarsene di un altro in modo corretto. Arriva in aiuto il dizionario dei rifiuti. Una nuova iniziativa che la Città Metropolitana di Torino ha realizzato per tutti quei cittadini interessati a rispettare l’ambiente. Raggiungibile all’indirizzo www.latuadifferenziata.it, il portale propone il dizionario dei rifiuti integrato, rinnovato e completato. Sulla piattaforma web si possono raccogliere spunti per smaltire correttamente gli oggetti oppure per allungare la vita a dei beni di uso quotidiano.

L’iniziativa è appoggiata anche dai consorzi e dai gestori del servizio pubblico di raccolta dei rifiuti. Dal Consorzio Chierese per i Servizi, al Consorzio Acea Pinerolese, dall’Acsel S.p.A. all’Amiat Gruppo Iren. Dal C.C.A. (Consorzio Canavesano Ambiente) al Gruppo Cidiu, dalla Cisa Ciriè alla Covar 14 e alla Seta S.p.A. (Società Ecologia Territorio Ambiente).

Le caratteristiche del dizionario dei rifiuti

Il dizionario dei rifiuti propone in ordine alfabetico tutti i beni che quotidianamente si utilizzano. Cliccando su ciascuno è possibile verificarne la categoria, le particolarità e soprattutto le modalità di smaltimento e le possibilità di riuso.

Dizionario dei rifiuti

Ad esempio dove si può smaltire una tazza in ceramica? Il portale web ricorda che si tratta di un oggetto facile da vendere ai mercatini dell’usato che può riutilizzata anche come vasetto per piante e fiori. E gli auricolari del cellulare? Il dizionario dei rifiuti informa che appartengono alla categoria dei R.A.E.E., i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, e spiega com’è possibile agire.

Il portale, on line dal maggio scorso, è un pratico strumento consultabile da qualsiasi device, pc, tablet e smartphone. Contiene tutte le informazioni sulle fasi della corretta gestione dei rifiuti, a partire dalla prevenzione fino alla raccolta differenziata. Fase indispensabile per l’effettivo riciclo nell’ottica di un’economia circolare. In particolare il dizionario integrato, che propone di default centinaia di voci, è una guida sicura per capire come dar nuova vita ad un vecchio oggetto o come e dove poterlo gettare. Prima dell’elenco di voci la piattaforma contiene lo spazio per digitare la tipologia di rifiuto da smaltire.

In un mondo in continua evoluzione come quello della raccolta differenziata e della prevenzione nella raccolta dei rifiuti è necessario imparare ad utilizzare degli strumenti preziosi come il dizionario dei rifiuti per rimanere sempre aggiornati ed allo stesso tempo dare una mano all’ambiente.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: