Nuovo cantiere per il CCS: arriva il “Laboratorio del riutilizzo”

Nuovo cantiere per il Consorzio Chierese dei Servizi. Sono iniziati questa settimana, nella sede di Strada Fontaneto, i lavori per la costruzione del “Laboratorio del riutilizzo”, nell’ambito del progetto Eco3R

Il nuovo edificio, collocato accanto alla sede del CCS, permetterà la realizzazione di iniziative atte a promuovere il riutilizzo degli oggetti prima che diventino rifiuti e vengano quindi inviati a trattamento.

«L’obiettivo di Eco3R, finanziato da AtoR e promosso dal Consorzio Chierese per i Servizi e dal Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino – riepiloga Davide Pavan direttore del CCS –  è ridurre in modo significativo la quantità di rifiuti attraverso azioni che promuovano innanzitutto il riuso degli oggetti. Per questo la scelta di inserire all’interno del progetto ECO3R la costruzione di uno spazio che possa diventare un laboratorio creativo e di scambio per dare una seconda vita agli oggetti che diversamente sarebbero finiti agli impianti di recupero».

L’importo complessivo dei lavori è di 149.852,63 € e la chiusura del cantiere è prevista entro giugno 2022. A eseguire i lavori sarà l’impresa Mistretta Srl, sotto la direzione dell’ingegnere Carlo Marocco.

«Siamo convinti che il “Laboratorio del riutilizzo” potrà diventare un punto di riferimento per il territorio e un ottimo esempio di buone pratiche – conclude Pavan – Parallelamente sta proseguendo la progettazione di un’App del Riuso dove, chi vorrà e gratuitamente, potrà mettere in vetrina i propri oggetti, regalarli, scambiarli o farsi aiutare per dare loro una seconda vita».

Clarissa Ciano

Troppo sabauda per essere punk ma con origini troppo miste per pronunciare "Dui puvurun bagnà 'nt l'oli" con l'accento giusto.

Mi piace scrivere di attualità mescolando la politica con elementi pop, credo che tutto abbia un significato e non lascio nulla al caso.

Mi sono laureata in Scienze della Comunicazione e ho frequentato il College di Story Design alla Scuola Holden che mi ha permesso di sperimentare tutte le sfaccettature della comunicazione.

Previous Post
Next Post

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: